Caso Bonanni: chiesti 14 anni per i quattro accusati dell’omicidio del musicista a Monti

L'aggressione avvenne la notte del 26 giugno di undici anni fa. L'uomo venne colpito con calci e pugni e ridotto in fin di vita. Morì dopo tre anni di coma

Chieste quattro condanne a 14 anni per gli imputati accusati di omicidio volontario per la morte del musicista Alberto Bonanni, pestato nel 2011 nella zona di Rione Monti, a Roma. L’uomo morì dopo tre anni di coma.

Il pm Silvia Sereni, nel corso di un processo svolto con rito abbreviato, ha sollecitato il carcere per Carmine D’Alise, Christian Perozzi, Massimiliano Di Perna e Gaetano Brian Bottigliero. Per i quattro, già condannati in via definitiva per tentato omicidio, dopo la morte di Bonanni la Procura di Roma ha aggravato la fattispecie in omicidio volontario. L’aggressione avvenne la notte del 26 giugno di undici anni fa. Bonanni venne colpito con calci e pugni e ridotto in fin di vita.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna