Caso Torlonia: sequestro parziale del patrimonio e nomina custode 

La vicenda giudiziaria è legata all'impugnazione testamentaria fatta da Carlo Torlonia

Il tribunale civile di Roma ha rigettato la richiesta di sequestro conservativo del patrimonio immobiliare della famiglia Torlonia al centro di una disputa giudiziaria legata all’eredità. In base a quanto si apprende i giudici, contestualmente alla decisione, hanno nominato un custode giudiziario.

Il tribunale ha ribadito il provvedimento già assunto il 22 novembre  con la sola esclusione (e quindi revoca) dei beni immobili.

La vicenda giudiziaria è legata all’impugnazione testamentaria fatta da Carlo Torlonia, primogenito del principe Alessandro, che in giudizio è assistito dall’avvocato Adriana Boscagli.

Sulla vicenda anche la procura di Roma avevano avviato mesi fa una inchiesta per falso ma i pm, non ravvedendo profili penali, si sono espressi per l’archiviazione.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna