Ciampino, sequestrata casa popolare occupata abusivamente da Casamonica

La famiglia viveva nell'abitazione dell'Ater dal '97 senza requisiti

Per 22 anni hanno occupato una casa popolare senza averne titolo in forza del loro cognome, Casamonica.  oggi, i carabinieri della compagnia di Castel Gandolfo hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura, di un appartamento a Ciampino di proprietà dell’Ater occupato abusivamente da un’intera famiglia appartenente al clan Casamonica.

Le indagini hanno permesso di accertare che l’intera famiglia, composta da padre, madre, due figli e moglie di uno di questi, aveva occupato sin dal 1997 senza titolo (in quanto non assegnatari) l’alloggio di edilizia residenziale pubblica.

Gli indagati, dopo alcune ore di “contrattazione” hanno lasciato la casa senza inscenare proteste.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna