Cimiteri romani al collasso, settimane di attesa per una cremazione

Ieri il servizio di Report. Intanto la Lega presenta un'interrogazione al ministro Speranza sulla gestione Raggi

photo credit Lucamato licenza cc https://bit.ly/1SrbRBk

Cimiteri capitolini al collasso. Dopo il servizio ieri di Report, che ha mostrato le immagini di centinaia di casse con le salme in attesa da settimane di essere cremate, oggi il senatore della Lega William De Vecchis ha presentato un’interrogazione al ministro Speranza.

“Il metodo Raggi – dichiara De Vecchis – presenta l’ennesimo buco: la gestione delle salme e la loro collocazione sta raggiungendo livelli incommentabili. Dopo le lunghe file di carri funebri filmate nei giorni scorsi, al cimitero Flaminio sarebbero in arrivo dieci container refrigerati, che Ama avrebbe noleggiato per accogliere le bare, posto che nelle strutture esistenti non entrano più”.

Il senatore ha quindi ricordato che il cimitero Laurentino “è ormai privo di capienza”, mentre il Verano “rimane destinato soltanto a chi ha già una cappella di famiglia, ovvero un posto già assegnato”.

Già la scorsa settimana, il consigliere capitolino della Lega, Davide Bordoni,  aveva presentato una richiesta di Commissione urgente alla presidente Diaco sulla “vergognosa gestione di Ama da parte della giunta Raggi”.

Secondo Bordoni la situazione nei cimiteri romani è al collasso, tanto che “nello stazionamento delle salme non si fa neanche più distinzione tra feretri destinati alla tumulazione o alla cremazione, né se i decessi siano avvenuti per Covid o altre cause”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna