Commercio: partono le denunce contro i lavori lumaca in via Nazionale

La Confcommercio Roma non ha escluso la richiesta di danni attraverso un'azione risarcitoria collettiva.

Non si vede un operaio da giorni e il cantiere è fermo. La denuncia dei commercianti di via Nazionale arriva puntuale, al finire dell’estate, quando molti di loro speravano che con la ripresa delle attività sarebbero finiti i disagi, che transenne e deviazioni creano invece inevitabilmente su quella strada, una volta via dello shopping, che oggi conta invece più negozi chiusi che aperti. Lo denuncia  ‘Il Tempo’ che preannuncia iniziative dei commercianti contro il Campidoglio.

L’assessore uscente alle infrastrutture, Linda Meleo, ha già detto la sua dichiarando che “non era mai stata data la certezza ai commercianti che i lavori sarebbero finiti ad agosto” anche perché, come spesso accade in questa città quando si ha a che fare con appalti stradali, si sa quando iniziano ma mai quando finiscono. Resta il fatto che per chi alza la serranda del negozio tutte le mattine è tempo di bilanci, molto più che amari.

La perdita media ad esercizio si aggira intorno al 30%, con punte del 50% come nel caso di bar e ristoranti siti anche in zone limitrofe. Confcommercio Roma non ha escluso la richiesta di danni attraverso un’azione risarcitoria collettiva e c’è chi, come Massimo Bertoni, titolare di Sacrate sulla strada ed esponente di Federmoda è più che convinto di ciò che farà.

“Chiederò i danni perché è assurdo che un cantiere del genere possa essere lasciato settimane senza un operaio al lavoro. Anche oggi (ieri ndr), non c’era nessuno mentre noi commercianti stentiamo a riprenderci per via della pandemia e di tutte le altre difficoltà legate a questa strada, Ora basta, lo dico a voce alta, l’assessore ha dichiarato che in due o tre settimane i lavori saranno finiti, voglio proprio vedere se sarà cosi, ma ne dubito fortemente”.

I lavori avrebbero subito dei rallentamenti per questioni di sicurezza e impatto sul traffico richiesti da vigili del fuoco e polizia locale, che avrebbero reso necessario programmare diverse fasi di cantiere. Secondo l’assessore Meleo la durata complessiva del cantiere sarà dunque di nove mesi, ma entro due o tré settimane al massimo dovrebbe essere completato il tratto tra via XXIV maggio e via Milano per poi procedere alla successiva fase di cantiere. Il condizionale, tuttavia, ormai è d’obbligo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna