Concorso truccato al San Camillo Forlanini, indagati due medici

Sono accusati di aver informato in anticipo una candidata sugli argomenti delle prove d'esame

Due medici dell’ospedale San Camillo Forlanini di Roma sono indagati per rivelazione di segreto d’ufficio. A seguito della conclusione delle indagini preliminari svolte dalla procura di Roma, i carabinieri del Ros hanno notificato l’avviso di garanzia ai due indagati. I reati contestati al medico P.P.L, membro della commissione di concorso dell’azienda ospedaliera San Camillo Forlanini per la selezione di un dirigente medico (settore ostetricia e ginecologia), hanno a che fare con l’aver fornito argomenti delle prove di esami, e posizioni in graduatoria prima della sua redazione e approvazione, alla dottoressa B.F., candidata al concorso e al quarto posto in graduatoria.

Il concorso a cui si fa riferimento, è quello “per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato presso l’azienda ospedaliera San Camillo – Forlanini di un posto di dirigente medico nella disciplina di ostetricia e ginecologia (da destinare al settore del day hospital e day surgery)” il cui bando fu pubblicato sulla gazzetta ufficiale il 27 novembre del 2015. Gli investigatori sono arrivati a scoprire lo scambio illegale delle informazioni in maniera quasi accidentale quando, a febbraio 2017, durante un’attività di indagine della Direzione distrettuale antimafia di Roma che indagando su altri filoni ha sottoposto a intercettazione uno dei due medici oggi indagati. L’esito finale del concorso, il contenuto delle prove d’esame e la collocazione in graduatoria della candidata, che aveva beneficiato della rivelazione delle notizie riservate, ha confermato quanto emerso dalle intercettazioni.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna