Cori e saluti romani dopo funerali, Raggi “è vergognoso”

Francesca Del Bello 'minisindaco' del II municipio: "mai più"

Polemiche a Roma per il funerale di un militante di destra che si è svolto sabato scorso nella chiesa di Sant’Ippolito nel quartiere Nomentano. La bara è uscita avvolta in una bandiera di ‘Ordine Nuovo’ e decine di persone fuori dalla chiesa hanno intonato cori fascisti come ‘Boia chi molla’ e facendo il saluto romano. Le immagini sono finite sui social scatenando molti commenti e i residenti hanno segnalato l’accaduto alle forze dell’ordine. Sul caso indaga la Digos e alcuni dei presenti sono stati identificati. La vicenda è stata stigmatizzata anche dalla sindaca di Roma Virginia Raggi:”E’ inaccettabile quanto avvenuto sabato scorso nei pressi di piazza Bologna a Roma. Cori fascisti e saluti romani dopo un funerale: addirittura la bara avvolta in una bandiera con la croce celtica. E’ un’immagine vergognosa: Roma e’ e sara’ sempre antifascista”, scrive in un tweet la sindaca di Roma.

“Sono immagini che non dovremmo vedere mai più. Da presidente del municipio condanno fermamente quanto avvenuto”. A dirlo  Francesca Del Bello ‘minisindaco’ del II municipio. “Non si tratta di farne una questione di contrapposizione politica – sottolinea – parliamo di un reato, di apologia di fascismo”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna