23 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Coronavirus, primi vaccini Pfizer in arrivo il 26 dicembre a Roma

Distribuzione capillare da parte dei militari. Somministrazione il 27 dicembre, il 'vaccine day'. Tra primi vaccinati ricercatrice e 2 medici Spallanzani

(immagine di repertorio)

È confermato che il 27 dicembre anche in Italia, così come in tutta Europa, si terrà il Vaccine day. Il 26 dicembre, infatti, 9.750 dosi del vaccino Pfizer destinate al nostro Paese partiranno dal Belgio e giungeranno all’ospedale Spallanzani di Roma.

Da qui, per consentire all’intero Paese di partecipare al Vaccine day europeo, l’Esercito le preleverà per distribuirle in tutte le altre Regioni.

Lo spiega la struttura del Commissario all’emergenza Coronavirus, successive dosi di Pfizer, così come previsto dal Piano Vaccini, saranno consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla Struttura commissariale in accordo con le Regioni.

“Due giorni fa, su richiesta della struttura commissariale guidata da Domenico Arcuri, abbiamo dovuto pianificare con urgenza la distribuzione del vaccino Pfizer, che giungerà in Italia il 24 dicembre, sarà custodito in una prima fase presso l’hub centrale dello ‘Spallanzani’ e a cura della Difesa sarà distribuito e somministrato su 21 siti nazionali, dai quali si provvederà poi a una ulteriore distribuzione capillare e se necessario anche alla somministrazione. Questo avverrà il 26 dicembre, per una somministrazione a livello europeo dal 27 dicembre”. E’ quanto riferisce il generale Luciano Portolano capo del Coi, il Centro operativo interforze della Difesa, durante l’incontro con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Tra i primi 5 ad essere vaccinati il 27 dicembre allo Spallanzani, secondo quanto si apprende ci sono sanitari che verranno coinvolti in prima linea nella somministrazione del vaccino anti Covid. Dunque l’infermiera e i due medici che riceveranno il siero per primi in Italia successivamente faranno parte delle unita’ impegnate a somministrare i vaccini ai colleghi. Per quanto riguarda la ricercatrice si tratta di una studiosa impegnata nei laboratori di ricerca dell’Istituto. L’operatore sociosanitario lavora nei reparti Covid.

“La Direzione dell’Istituto Nazionale di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani comunica che nella giornata di domenica 27 dicembre, giornata del V-Day, saranno somministrati i primi cinque vaccini anti-COVID a altrettanti dipendenti dell’Istituto e precisamente: una infermiera, un operatore socio sanitario (OSS), una ricercatrice e due medici”, precisa la Direzione dell’INMI Lazzaro Spallanzani.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014