Covid: D’Amato, variante inglese si affaccia nel Lazio

"Presenza non importante come altrove, ma guardia alta". È stata superata quota 54mila over 80 vaccinati. Nel Lazio casi in aumento, 894

“Nella nostra regione si e’ cominciata ad affacciare, con una presenza non importante come in altre regioni, la cosiddetta variante ingelese. Allo stato attuale bisogna mantenere ancora alta l’attenzione rispetto alla circolazione del virus, seppure alcuni indicatori siano in lieve diminuzione” nel Lazio. Lo ha detto l’assessore alla Sanita’ Alessio D’Amato in commissione Sanita’ del Consiglio regionale del Lazio.

Per quanto riguarda i vaccini è stata superata quota 54mila over 80 vaccinati e oltre 260mila prenotati sia per la prima che per la seconda dose del vaccino Pfizer e Moderna con orario e luogo.
“In altre realta’ sugli over 80 non c’e’ prenotazione ne’ della prima ne’ della seconda dose ma c’e’ una disponibilita’ dell’assistito cui deve seguire la chiamata telefonica da parte di sistema sanitario regionale”, ha detto l’assessore D’Amato.

Nel Lazio oggi su oltre 10 mila tamponi nel Lazio (-950) e quasi 21 mila antigenici per un totale di oltre 31 mila test, si registrano 894 casi positivi (+134), 32 i decessi (-2) e +2.031 guariti. Aumentano i casi, mentre diminuiscono i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi e’ all’8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto al 3%. I casi a Roma citta’ sono sotto quota 600.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna