Covid: Lazio, maggio decisivo, ‘servono vaccini’

'Iniziano richiami AZ'. Regione pianifica ripresa balneare

La campagna vaccinale nel Lazio apre ufficialmente agli under 60, con gia’ 25mila prenotazioni per quelli fragili, e il pass vaccinale diventa digitale permettendo anche l’accesso ai dati ai medici di base previo consenso. Insomma maggio e’ un mese decisivo ma l’assessore Alessio D’Amato ricorda che servono le dosi: “se gli arrivi previsti sono un milione e 173mila dosi il fabbisogno e’ di due milioni tra somministrazioni e richiami”.

Nel mese di maggio infatti “inizieranno i richiami di coloro che hanno fatto i primi vaccini Astrazeneca in particolare forze dell’ordine e personale della scuola: per cui vi e’ ancora un differenziale per il mese di maggio che potrebbe essere colmato dal vaccino J&J, la cui unica data di consegna e’ quella del 3 maggio ma in un quantitativo molto modesto, molto limitato che e’ inferiore anche a quello precedente”. Oggi si superera’ la soglia di 1 milione e 800 mila somministrazioni. Nel complesso il 25%, un cittadino su quattro della popolazione target ha ricevuto la prima somministrazione e circa il12% ha ricevuto la doppia dose. Il totale della somministrazione ad oggi sfiora un milione 780 mila somministrazioni effettuate.

Per quanto riguarda il target della popolazione over 80 stiamo di fatto oltre il 99% con la prima somministrazione e il 79% con la seconda dose gia’ effettuato. La regione ha messo a disposizione anche dei medici di medicina generale degli elenchi in modo tale da effettuare un recall su coloro che non si sono prenotati o non hanno chiesto la vaccinazione domicialiare. Per quanto riguarda la fascia d’eta’ 70-79 la prima dose riguarda il 70% di coloro che si sono prenotati e la seconda dose 1 su 5 pari il 20,6%. Per quanto riguarda la fascia 60/69 la prima dose e’ stata effettuata sul 60% dei prenotati e la seconda dose riguarda il 12% dei prenotati.

Al secondo giorno del primo step delle riaperture c’e’ stata una riunione per pianificare anche la ripresa della stagione balneare. “Ai comuni sono stati destinati 3 milioni e mezzo di euro per permettere la sicurezza nelle spiagge: per aiutare la prevenzione, il distanziamento e tutte le iniziative che bisogna fare”, ha detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti. La situazione epidemiologica migliora cautamente: su oltre 15 mila tamponi (+4.533) e oltre 24 mila antigenici per un totale di oltre 39 mila test, si registrano 939 casi positivi (-25), 34 decessi (-10) e +1.350 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. I casi a Roma citta’ sono a quota 400.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna