Covid: raddoppio contagiati in Lombardia, 4mila in ultime 24 h

Riaprono ospedali fiera Milano e Bergamo. Focolaio al Sacco, chiusa cardiologia

Sono oltre 4000 i nuovi positivi registrati oggi in Lombardia, a fronte di circa 36 mila tamponi eseguiti. Sono numeri record per la regione che portano il rapporto tamponi/positivi circa all’11%, rispetto al 9,3% di ieri. Dei nuovi positivi circa 300 sono ricoverati in reparti covid e un decina in piu’ sono i pazienti in terapia intensiva. Il precedente record di casi positivi era del 21 marzo scorso con 3251 positivi ma un numero di tamponi molto piu’ contenuto.

I casi positivi in Lombardia, 4126 secondo dati non ancora ufficiali, sono dunque raddoppiati rispetto ad ieri quando erano 2023. Quasi il doppio anche quelli di Milano e provincia, oggi 1858 a fronte dei 1054 di ieri. La crescita del rapporto tamponi/positivi e’ invece inferiore al 2% per effetto del record di esami eseguiti.

“Le strutture sanitarie temporanee allestite nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo riaprono nei prossimi giorni e garantiranno al sistema lombardo i primi 201 posti letto aggiuntivi di cure intensive, che saranno gradualmente occupati”. Lo annuncia in una nota il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine della riunione della Giunta che ha varato uno specifico provvedimento in materia, proposto dall’assessore al Welfare, Giulio Gallera.

Il reparto di cardiologia dell’ospedale Sacco di Milano e’, intanto, stato chiuso e non accetta altri pazienti, dopo che sono stati trovati casi di positivita’ al SarsCov2 in una ventina di infermieri e in alcuni pazienti ricoverati. La chiusura del reparto e’ stata disposta da circa una settimana e al momento non si accettano altri malati nel reparto, come conferma la direttrice sanitaria dell’ospedale, Lucia Castellani.

“Abbiamo chiuso il reparto la settimana scorsa dopo che una ventina circa degli infermieri del reparto, tra sintomatici e asintomatici, e’ risultata positiva nonostante il rispetto assoluto delle misure di sicurezza e l’uso dei dispositivi di protezione”, precisa. Probabilmente il contagio “e’ avvenuto all’esterno dell’ospedale – continua Castellani – Anche 5 pazienti sono risultati positivi, ora trasferiti al reparto di malattie infettive. Gli altri, risultati negativi al tampone, vengono comunque tenuti sotto stretta sorveglianza nel reparto di cardiologia, in cui ovviamente e’ stata fatta la disinfezione ambientale, per verificare che non risultino positivi al virus nel periodo finestra”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna