13 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Covid: verso Italia zona rossa fino al 6 gennaio

nei festivi e prefestivi. Negli altri giorni sarà fascia arancione. Deroga per gli under 14

controlli ai blocchi

Zona rossa nazionale per i giorni festivi e prefestivi del periodo 24 dicembre-6 gennaio, zona arancione per i giorni rimanenti. E’ la linea che, a quanto si apprende, e’ emersa nel confronto di oggi tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, i capidelegazione e i ministri degli Affari regionali e della Salute, Francesco Boccia e Roberto Speranza.

Ora e’ in corso la riunione convocata da Boccia per discutere delle misure con Regioni ed enti locali, con la partecipazione in collegamento di Speranza e del commissario Domenico Arcuri.

Nello specifico, ci sarebbe la cosiddetta deroga “nei due commensali”, nelle misure restrittive che verranno messe in campo per le festivita’ natalizie. Nell’ambito della zona rossa e arancione – quindi fermo restando il divieto di spostamento tra le Regioni – sara’ consentito , sia nelle giornate “rosse” che in quelle “arancioni” a massimo due non conviventi di effettuare visite nelle abitazioni private. Dalla deroga non sono conteggiati gli under 14, i cui spostamenti saranno quindi consentiti.

Per tutto il periodo delle festività sarà quindi vietato uscire dai confini del proprio Comune senza comprovate ragioni di salute, lavoro, necessità o urgenza. Il divieto di spostamento tra regioni, invece, scatta già dal 21 dicembre. Previste deroghe per chi debba ricongiungersi con il proprio coniuge nella casa di dimora abituale (anche se non è la residenza designata) o, per i genitori separati, che possono raggiungere il figlio minorenne affidato all’ex coniuge (ovviamente tenendo conto degli impegni rispettivamente presi in fase di separazione).

Come annunciato nei giorni scorsi, il governo ha pensato a una deroga per i piccoli Comuni: nel periodo delle festività si potrà uscire dal territorio dei centri sotto i 5mila abitanti, entro un raggio di 30 chilometri. Ma attenzione: non ci si potrà però muovere per andare nei Comuni capoluogo, anche se si trovano entro un raggio di 30 km.

In serata si svolgerà la conferenza stampa del presidente del Consiglio che annuncerà al Paese cosa si potrà fare – soprattutto cosa no – nelle prossime settimane di festa.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014