Scuola: presidi Roma, domani molti istituti ancora al 50%

Circolare, chi non ha aule si attesta sul massimo possibile

E’ molto probabile che almeno per domani e per alcuni giorni della prossima settimana, molti istituti superiori della capitale mantengano le percentuali di presenza dei giorni scorsi, ovvero al 50% ,senza riuscire ad alzarla: non c’e’ stato abbastanza tempo per organizzarsi diversamente, lamentano da giorni i dirigenti scolastici. Del resto la stessa circolare emanata nelle ore scorse dall’Ufficio scolastico regionale detta che “Prima possibile, in ogni caso nella settimana dal 26 al 30 aprile, dovra’ essere realizzato l’incremento del tempo-scuola in presenza”, non impone l’obbligo di partire da domani.

“Ci vorranno alcuni giorni per sistemare il piano degli orari – spiega il presidente dell’Associazione presidi di Roma e Lazio Mario Rusconi – gli orari in moltissimi istituti, nei primi giorni della prossima settimana, non cambieranno affatto. Per questo avevamo chiesto di riprendere la scuola in presenza dal 2 maggio. L’Ufficio scolastico ha comunque dato alcuni giorni di flessibilita’” per venire incontro alle esigenze delle scuole. Insomma, ci saranno due-tre giorni di tolleranza prima di partire con le percentuali fissate. Nella circolare firmata dal provveditore Rocco Pinneri si stabilisce anche che “le scuole che non abbiano aule sufficienti, per numero e/o dimensione, ad accogliere il 70% degli studenti in presenza nel rispetto dei protocolli di sicurezza, si attesteranno alla percentuale piu’ elevata possibile di studenti in presenza”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna