D’Amato torna su Durigon e Santucci: Salvini prenda distanze

Doppio “terremoto” in casa lega dopo le dichiarazioni di Durigon e Santucci, i quali nel giro di pochi giorni hanno chiesto di intitolare rispettivamente un parco e una piazza alla memoria di Arnaldo Mussolini e Adolf Hitler. L’assessore regionale alla sanità, Alessio D’Amato, è intervenuto sul tema chiamando in causa Matteo Salvini, massimo esponente leghista. […]

Doppio “terremoto” in casa lega dopo le dichiarazioni di Durigon e Santucci, i quali nel giro di pochi giorni hanno chiesto di intitolare rispettivamente un parco e una piazza alla memoria di Arnaldo Mussolini e Adolf Hitler. L’assessore regionale alla sanità, Alessio D’Amato, è intervenuto sul tema chiamando in causa Matteo Salvini, massimo esponente leghista.

“Prima Parco Mussolini, ora Piazzale Hitler. Quando un sottosegretario della Lega chiede di cambiare il nome di un Parco da Falcone e Borsellino a Mussolini, accade poi che qualche altro esponente chieda di chiamare Piazzale Hitler l’attuale Piazzale dei Partigiani. Ora basta. Salvini prenda chiaramente le distanze”. Lo dichiara in una nota l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna