Desiree. Arrestato pusher, forse arriva da lui la dose letale

L'uomo, un 36enne romano, spacciava sostanze con effetti psicotropi a persone che frequentavano il capannone di via dei Lucani a San Lorenzo

Il luogo dove è morta Desiree, cosa fare contro i reati?
Il luogo dove è morta Desiree

Uno spacciatore romano di 36 anni è stato arrestato nella Capitale dagli agenti della squadra mobile nell’ambito delle indagini sull’omicidio della morte di Desiree, la ragazza stuprata e trovata morta alcune settimane fa in un capannone abbandonato nel quartiere di San Lorenzo a Roma.

Secondo gli investigatori ci sarebbe stata anche Desiree tra i suoi  clienti e non si esclude che l’uomo abbia spacciato la dose letale alla ragazza.

Il 36enne è ritenuto responsabile di aver ceduto cocaina, eroina e psicofarmaci con effetti psicotropi contenenti quetiapina ai frequentatori del capannone di via dei Lucani 22, dove è stata trovata morta la ragazza

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna