Desirée, Lombardi: da Lega solo annunci, sgomberi lo stabile

A Roma vedo le difficoltà. Non ero in piazza per la sindaca

Il luogo dove è morta Desiree, cosa fare contro i reati?
Il luogo dove è morta Desiree

“L’avanzata della Lega a Roma? Se l’avanzata si fa suon di annunci, la Lega ha già vinto. Io sto ancora aspettando che si faccia un’azione forte nello stabile di San Lorenzo. Acclarato che è degradato, con gravi problemi di sicurezza, mi sarei aspettata un intervento più deciso da parte del ministro Salvini, l’autorità che deve sgomberare un edificio in quella situazione”. Lo afferma Roberta Lombardi (M5S) in un’intervista al Messaggero.

Lo stabile “deve diventare un simbolo per il quartiere: sarebbe bellissimo se vi fosse ospitato un centro antiviolenza sulle donne o servizi sociali per chi ha problemi di tossicodipendenza o per adolescenti. Anche perché liberarlo e lasciarlo vuoto significa destinarlo a un’altra occupazione”, dichiara Lombardi.

Parlando di Roma, “vedo anche io che ci sono delle difficoltà nella raccolta dell’immondizia o nel verde, a giorni alterni. Ma questo perché ci sono voluti due anni e mezzo per fare l’appalto per il verde, per esempio, mai fatto prima”, osserva l’esponente del Movimento, che spiega di non essere andata al sit-in a sostegno della sindaca Virginia Raggi: “Sono stata a casa con i miei bambini a fare i compiti”. Per Lombardi il limite dei due mandati va mantenuto: “Non possiamo pensare di fare della politica un lavoro”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna