Dopo il Lazio attacco hacker anche alla Ars Toscana

Danni limitati

Un attacco hacker ai server dell’Agenzia regionale di sanita’ (Ars) della Toscana ha causato la distruzione di numerosi dati epidemiologico-statistici ma i tecnici sono al lavoro per il loro recupero da back up, dove erano stati salvati. Secondo quanto si spiega da fonti della Regione, nessun dato e’ stato rubato e l’attacco non ha riguardato dati sensibili sanitari personali poiche’ l’Ars non li tratta nelle sue attivita’ di studio.

L’attacco risalirebbe a circa due giorni fa sta rallentando il lavoro degli operatori dell’Ars. Prevista una denuncia alla polizia postale.

La Regione Toscana spiega poi in una nota che “nella notte tra il 17 e il 18 agosto un virus del tipo ransomware – di quelli che criptano e rendono illeggibili i dati – e’ riuscito a penetrare il sistema dell’Agenzia regionale di sanita’.

Sono andati distrutti alcuni file di alcune macchine di Ars. Il virus e’ stato individuato, bloccato ed e’ in corso il recupero totale dei dati andati distrutti nel frattempo”. “Nessuna funzione esterna dell’Agenzia e’ stata interrotta – sottolinea la Regione -. Nessun dato sensibile e’ stato raggiunto o trattato. I servizi di Ars, fanno sapere dall’Agenzia, non sono mai stati interrotti: ne’ la funzionalita’ del sito, ne’ le banche dati, ne’ la posta del server”.

Il presidente Eugenio Giani conferma conferma che “e’ in corso il lavoro dei tecnici che sono intervenuti nell’immediatezza e che stanno ultimando il recupero dei dati epidemiologici e statistici trattati dall’Agenzia”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna