Durigon: Ferrara (M5S), molli la poltrona

Continua a tenere banco la dichiarazione di Durigon, ecco un nuovo attacco

Claudio Durigon
Claudio Durigon, dal profilo Fb

Continua ad alimentare polemiche e a creare dibattito l’esternazione del leghista Durigon in merito al parco Falcone e Borsellino di Latina. Ecco la versione di Gianluca Ferrara, del movimento cinque stelle.

“Reputo davvero imbarazzante che, quest’uomo, sia ancora imbullonato alla propria poltrona ed energicamente combatta a denti stretti per tenersela. Dopo lo scoop di Fanpage e poi le oscene affermazioni in cui chiedeva di reintitolare al fratello di Mussolini un parco già dedicato a Falcone e Borsellino, sarebbe dovuto in automatico essere messo alla porta. Il nostro Paese si basa su due principi: l’antifascismo e la lotta alla mafia, Durigon li ha violati entrambi e non è idoneo a rappresentare il nostro Paese. Punto”. A dichiararlo è Gianluca Ferrara, vicepresidente gruppo Senato M5s sulla sua pagina Facebook. “Immagino come si sarebbe scatenata certa stampa – dice – se un membro del governo del M5s avesse espresso una posizione così delirante”

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna