Emergenza rifiuti, oggi vertice in prefettura a Roma

All'incontro anche il commissario che gestisce i due impianti Tmb di Malagrotta e della E Giovi, che nei giorni scorsi ha comunicato al Comune che potrà ricevere il 25% in meno di indifferenziata. Intanto sulle strade i cumuli di rifiuti nauseabondi e putrescenti continuano ad accatastarsi nonostante l’affanno di Ama che sta intervenendo (anche) con le gru nella zona est della Capitale dove ci sono vere e proprie discariche a cielo aperto

È previsto per oggi un vertice in prefettura a Roma sul problema dei rifiuti nella Capitale. All’incontro con il prefetto Matteo Piantedosi prenderanno parte i rappresentanti di Roma Capitale, Regione Lazio, Ama, e ministero della Transizione ecologica. Insieme a loro ci sarà anche il commissario che gestisce i due impianti Tmb di Malagrotta e della E Giovi, che nei giorni scorsi ha comunicato al Comune che potrà ricevere il 25% in meno di indifferenziata.
Intanto sulle strade i cumuli di rifiuti nauseabondi e putrescenti continuano ad accatastarsi nonostante l’affanno di Ama che sta intervenendo (anche) con le gru nella zona est della Capitale dove ci sono vere e proprie discariche a cielo aperto.
Sembrerebbe fallita, secondo quanto riporta “Il Corriere della Sera” la trattativa dell’amministratore unico di Ama, Stefano Zaghis, con i sindacati per gli straordinari degli operatori durante la festa patronale di domani, 29 giugno. Ama è quindi alla ricerca di volontari per garantire il servizio. Mentre il 30 giugno la municipalizzata, pur aderendo allo sciopero nazionale, garantisce i servizi minimi.
Resta poi da sciogliere il nodo del commissario straordinario per l’emergenza rifiuti. La nomina dovrebbe arrivare a giorni. L’ipotesi più accreditata è quella di un tecnico, non di una figura politica, forse provienente dalle file del ministero dell’Ambiente.

“La sindaca Raggi distratta dalla campagna elettorale ignora l’emergenza, la Capitale nell’anno del 150mo ridotta ad una discarica a cielo aperto. Roghi in strada, miasmi insopportabili, topi ed insetti tra i rifiuti. dipendenti costretti a lavorare su mezzi non sanificati e guasti”. Accusa il capogruppo del Pd capitolino Giulio Pelonzi, che aggiunge: “Nonostante l’allarme lanciato dall’ordine dei medici e la delibera della Regione Lazio, il tavolo con il Ministero, dal Campidoglio nessuna reazione. Il 7 luglio la Città Metropolitana darà la mappa aggiornata delle aree bianche certificando un clamoroso ritardo”. 

 

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna