Europei: 52 inglesi bloccati in hotel, 50 fermati a check-point

Tre i tifosi sottoposti a daspo per 5 anni.

Cinquantadue tifosi inglesi sono stati “attenzionati” dalla polizia, perche’ arrivati fuori tempo massimo per la quarantena in vista della partita di ieri degli Europei all’Olimpico di Roma tra Ucraina e Inghilterra. Gli agenti, sono arrivati ai tifosi grazie ai controlli incrociati effettuati sulle liste degli arrivi e dei biglietti risultavano sospetti. Raggiunti in hotel e invitati a non recarsi allo stadio, due inglesi avrebbero provato a eludere i controlli dicendo che erano arrivati nella Capitale qualche giorno prima a bordo di un’autovettura. Questi sono stati denunciati per false attestazioni.

Secondo quanto si apprende da fonti di Questura, altri 50 tifosi sono stati respinti ai cinque check-point allestiti attorno all’Olimpico – in viale Antonino da San Giuliano, su Lungotevere Cadorna, a Lungotevere Thaon Di Revel, in piazza Gentile da Fabriano e a piazza Cardinal Consalvi – per mancanza dei requisiti richiesti per la normativa anti-Covid.

Tre i tifosi sottoposti a daspo per 5 anni. Si tratta di due cittadini ucraini e di un tedesco. Due di questi sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna