Forza Nuova: Roberto Fiore resta in carcere

Arrestato dopo l'irruzione nella sede della Cgil avvenuta a Roma il 9 ottobre scorso

Il gip di Roma ha respinto l’istanza di scarcerazione presentata dalla difesa di Roberto Fiore, storico leader di Forza Nuova, arrestato dopo l’irruzione nella sede della Cgil avvenuta a Roma il 9 ottobre scorso nell’ambito di una manifestazione indetta per protestare contro il green pass obbligatorio. Fiore restera’ dunque nel carcere di Poggioreale, a Napoli, dove e’ attualmente detenuto.

Per il leader di FN e altri 12, tra cui Giuliano Castellino, nei giorni scorsi la procura ha chiesto il giudizio immediato. Nel provvedimento il gip afferma che persistono le condizioni che hanno portato “all’emissione della misura cosi’ come le esigenze di cautelari”. Il giudice afferma che l’istanza dei difensori non ha “offerto nuovi, significativi, elementi di valutazione. L’unico elemento portato all’attenzione di questo ufficio e’ dato dalla rilevazione di un caso di positivita’ da Covid all’interno della casa circondariale, fatto posto in relazione con le patologie del Fiore, indicata in ipertensione sindrome long covid, in maniera del tutto astratta e ipotizzando, assai genericamente, un del tutto ipotetico aggravamento del rischio per le sue condizioni di salute e una, altrettanto ipotetica, difficolta’ di trattamento delle sue condizioni in ambiente carcerario”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna