Fumo da una intercapedine: evacuato scalo di Ciampino

Operatività in corso di ripresa, spiega L'Enac, che consiglia ai passeggeri di contattare le compagnie aeree di riferimento per verificare l'operatività dei propri voli

A breve dovrebbe tornare alla normalità la situazione all’aeroporto di Ciampino, chiuso stamattina intorno alle ore 8 per la presenza di fumo proveniente da una intercapedine nell’area interrata sottostante l’area Schengen.

L’operatività, spiega in una nota l’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac), “è ora in corso di ripresa sia per quanto riguarda i voli di aviazione generale, sia per alcuni di aviazione commerciale”. L’Enac invita i passeggeri con voli in programma su Ciampino a contattare le compagnie aeree di riferimento e la società di gestione Aeroporti di Roma per verificare l’operatività dei propri voli.

Il terminal era stato evacuato a scopo precauzionale mentre 7 sono i voli dirottati per motivi di sicurezza  all’aeroporto di Fiumicino. Diverse centinaia intanto i passeggeri evacuati che si trovano fuori l’aerostazione, assistiti dal personale di Aeroporti di Roma, che sta distribuendo loro acqua e altri generi alimentari.

L’incendio divampato intorno alle ore 7:45 si è verificato all’interno di un locale magazzino che si trova sotto l’area ‘duty free’. Lo riferiscono i vigili del fuoco. I pompieri hanno subito spento il rogo (non risultano persone ferite o intossicate) e ora stanno ora verificando, insieme con i tecnici, che non ci siano problemi legati alla fuoriuscita di fumo nell’impianto di circolazione dell’aria nei terminal.

Intanto nello scalo di Ciampino sono stati predisposti anche dei bus per il trasferimento dei passeggeri coinvolti nei voli dirottati a Fiumicino. In quest’ultimo aeroporto, inoltre, è presente del personale dedicato per assisterli.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna