I funerali di Pamela Mastropietro, lo zio: vogliamo giustizia

Centinaia di persone hanno partecipato nella chiesa di Ognissanti, vicino a piazza dei Re di Roma, ai funerali di Pamela la giovane massacrata a Macerata. Dopo la veglia la bara bianca è stata portata in parrocchia

I funerali di Pamela Mastropietro
I funerali di Pamela Mastropietro

Centinaia di persone hanno partecipato nella chiesa di Ognissanti, vicino a piazza dei Re di Roma, ai funerali di Pamela Mastropietro, la giovane uccisa e massacrata a Macerata. In carcere tre nigeriani.

Dopo la veglia notturna, la bara bianca in cui c’e’ il suo corpo straziato e’ uscita dallo stabile di via Saluzzo, a Roma, e scortato da motociclisti della Polizia di Roma Capitale e’ stato trasferito nella parrocchia.

Nel percorso da casa fino in chiesa, il carro funebre e’ stato accompagnato a piedi dai genitori, da altri congiunti e amici di Pamela. Un consistente servizio d’ordine e’ assicurato da poliziotti in borghese e da carabinieri, mentre i vigili urbani hanno provveduto a regolare il traffico su via Appia Nuova. 

In molti tra quanti hanno accompagnato il feretro indossano una maglietta bianca con stampate foto di Pamela sorridente. La bara e’ sormontata da un palloncino bianco a forma di cuore. “Infinitamente manchi ma ci sei…”, appariva scritto su uno striscione color rosa appeso a una inferriata all’esterno della chiesa.

“Lotteremo fino in fondo affinché questa ragazza di 18 anni, questa bambina uccisa con delle coltellate, fatta a pezzi e messa in due trolley trovi giustizia”, ha detto lo zio di Pamela e legale della famiglia Marco Valerio Verni.

Presenti alcuni esponenti politici, tra cui Meloni, Gasparri, Gramazio, oltre alla sindaca Virginia Raggi. Alle esequie ha partecipato anche un rappresentante della comunità nigeriana.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna