G20: i leader alla Fontana di Trevi per foto e lancio monetina

La leggenda delle monete propiziatorie a Roma dall'800

Ultimo giorno del G20 di Roma. La giornata dei leader del mondo e’ iniziata con una visita alla Fontana di Trevi.

I capi di Stato e di governo si sono concessi una foto di gruppo di fronte a uno dei monumenti simbolo di Roma e alcuni di loro si sono poi cimentati nel tradizionale lancio della monetina.

L’atmosfera e’ apparsa conviviale e rilassata nonostante le distanze che rimangono sull’accordo per la lotta al cambiamento climatico, che ha visto gli sherpa delle varie delegazioni impegnati in una maratona negoziale notturna alla ricerca di un compromesso che non mini in partenza l’avvio della Cop 26 di Glasgow.

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha conversato a lungo con il primo ministro britannico, Boris Johnson, con il quale oggi e’ previsto abbia un vertice bilaterale. Ai due si e’ poi aggiunto il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale per la Sanita’, Tedros Adhanom Ghebreyesus, la cui conferma al vertice dell’agenzia Onu appare ormai scontata. Al gruppo si e’ unito poi il presidente del Consiglio, Mario Draghi, che sta ora guidando gli altri leader in una passeggiata per il centro della capitale, passando per via del Tritone.

LA TRADIZIONE DEL LANCIO DELLA MONETINA

Ogni turista che approda nella citta’ eterna ha nella sua lista delle cose da fare e da vedere a Roma la visita alla celebre Fontana di Trevi e il lancio della monetina nella vasca, dando le spalle al monumento.

Alcune fonti concordano sul fatto che a dare il via a questo gesto divenuto poi una tradizione fu il noto archeologo tedesco ottocentesco, Wolfgang Helbig, che nel lasciare Roma dopo un lungo soggiorno decise di lanciare una vecchia monetina nella vasca della Fontana di Trevi come buon auspicio per far presto ritorno nella citta’ dei Papi.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna