Gaia e Camilla, Procura Roma chiede 5 anni per Genovese

Il figlio del regista Paolo è accusato di aver travolto e ucciso quasi un anno fa due 16enni

I ragazzi lavorano al murale.

La pubblica accusa ha confermato la sua richiesta a 5 anni di carcere per Pietro Genovese, imputato nel processo per il duplice omicidio stradale di Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, le due 16enni travolte dall’auto del figlio del regista Paolo il 21 dicembre scorso su corso Francia a Roma.

Il processo e’ agli sgoccioli nell’aula bunker di Rebibbia.

Il 26 dicembre per il giovane, accusato di duplice omicidio stradale, furono disposti gli arresti domiciliari (che ancora sta scontando). Genovese aveva un tasso alcolemico più alto del dovuto, viaggiava ai 90 all’ora e, stando alla procura, dopo l’impatto ha cercato di fuggire. La sua auto, un Suv della Renault, si è fermata sulla rampa della tangenziale perché l’urto aveva messo in funzione il dispositivo di sicurezza del veicolo. Non solo: il pubblico ministero ha contestato al 21enne anche  l’uso del cellulare. Ma, stando ai consulenti dell’accusa, le ragazze non attraversavano sulle strisce e il semaforo pedonale era rosso.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna