Green pass: aeroporto di Fiumicino, i passeggeri: “Bene viaggiare sicuri”

Da oggi c'è l'obbligo del certificato verde anche per i voli nazionali. Ma per chi parte o arriva al Leonardo da Vinci c'è anche la possibilità di fare il test anti-Covid o il vaccino "last minute" presso la postazione "Vax & Go" attivata lo scorso 27 luglio nella farmacia dello scalo romano

Green pass: situazione fluida in aeroporto Fiumicino
Obbligo certificato verde anche per voli nazionali
Dopo il green pass in vigore dallo scorso 1 luglio per i voli in Europa, è scattato da oggi l’obbligo del certificato verde anche per i voli su tratte nazionali. All’aeroporto di Fiumicino, dove la situazione si presenta al momento fluida, sono scrupolose le verifiche da parte degli addetti al check-in per il possesso del pass in formato cartaceo o digitale.

Da parte sua, Aeroporti di Roma aveva già provveduto nei giorni scorsi ad informare l’utenza della nuova disposizione che sarebbe entrata in vigore da oggi, pubblicando sul sito ufficiale on-line della società che “in base al decreto legge 6 agosto 2021 numero 111, per viaggiare in aereo su tutti i voli in partenza o arrivo negli aeroporti italiani, è necessario essere in possesso di green pass o certificati equivalenti. Si ricorda che,in base alla normativa in vigore, le compagnie aeree sono incaricate di effettuare il controllo del green pass per l’accesso ai propri servizi di trasporto”.

Tra i passeggeri in partenza l’entrata in vigore della nuova disposizione viene intanto accolta senza troppe difficoltà. Anzi. “Sì, ne ero al corrente. Mi sono vaccinata due mesi fa – dice una signora in partenza per Milano -. Di questi tempi credo comunque sia meglio per tutti sapere che quando si è in volo il tuo vicino di posto è in possesso del green pass”.

“Avere il certificato verde – aggiunge un altro passeggero – è diventato ormai come portare in tasca il documento di identità o la patente quando si è alla guida di un’auto. Facciamocene pertanto una ragione. L’importante è viaggiare, vivere”.

Il green pass deve attestare di aver fatto almeno una dose di vaccino oppure essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti, oppure di essere guariti da Covid-19 nei sei mesi precedenti.

Per i passeggeri in partenza o in arrivo al Leonardo da Vinci, c’è comunque la possibilità di fare il test anti Covid in aeroporto o il vaccino “last minute” presso la postazione “Vax & Go” attiva dallo scorso 27 luglio presso la farmacia dell’aeroporto. Si tratta di una iniziativa voluta da Adr e dalla Regione Lazio per consentire ai passeggeri ma anche ai dipendenti aeroportuali di avere la possibilità di vaccinarsi prima di intraprendere un volo o nell’espletamento delle proprie ore lavorative.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna