Greenpeace porta un iceberg a Eni, “basta greenwashing”

Azione sotto il quartier generale dell'azienda a Roma

photo credit: Greenpeace

“Svelare il bluff dell’azienda che punta sul greenwashing per continuare a estrarre e bruciare impunemente gas fossile e petrolio”. Questa la motivazione alla base dell’azione in corso degli attivisti di Greenpeace da questa mattina di fronte al quartier generale a Roma dell’Eni, alla vigilia dell’assemblea dei soci.

 

 

Gli attivisti in kayak hanno aperto degli striscioni mentre nel laghetto all’Eur di fronte alla sede di Eni è stata collocata la riproduzione galleggiante di un iceberg che si scioglie, per rappresentare – viene spiegato – “i drammatici impatti dell’emergenza climatica”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna