Guano in strada e pioggia, Roma va in tilt

Chiuso tratto di Lungotevere. Traffico bloccato. Codacons: presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica di Roma chiedendo di aprire una indagine su quanto accaduto oggi nella capitale

(immagine di repertorio)

Chiuso per circa due ore il tratto di Lungotevere de’ Cenci per una pulizia straordinaria del manto stradale diventato pericoloso a causa del guano e della pioggia.

Sul posto numerosi agenti della polizia locale che hanno deviato il traffico all’interno della ztl. Forti i disagi al traffico nell’area del centro.

“Oggi Roma è andata letteralmente in tilt a causa della leggera pioggia che ha “sciolto” la cacca degli storni che si era accumulata sui platani del Lungo Tevere. Alberi, che come ormai tutti quelli di Roma, non sono stati mai potati in questi due anni di ‘non governo’ Raggi e quindi raccolgono più facilmente tonnellate di guano degli storni. Roma ormai è allo sbando, su ogni settore. Ma la fallimentare sindaca non sembra rendersi conto di nulla”. Lo dichiara in una nota il vicesegretario Pd Lazio, Enzo Foschi.

“Quanto sta accadendo in queste ore è la conseguenza del degrado che caratterizza la città – spiega il Codacons – Foglie che ricoprono strade e marciapiedi e gli escrementi degli uccelli rendono l’asfalto un vero e proprio pericolo sia per i pedoni, alcuni dei quali sono rovinati a terra ad esempio in Viale delle Milizie proprio a causa delle foglie bagnate, sia per motociclisti e automobilisti, coinvolti in incidenti stradali. Anziché prevenire tale situazione, si pensa di risolvere il problema chiudendo le strade e creando così disagi enormi alla viabilità e agli utenti. Per tale motivo e di fronte all’ennesimo scempio provocato dall’incuria, presenteremo domani un esposto alla Procura della Repubblica di Roma chiedendo di aprire una indagine su quanto accaduto oggi nella capitale e accertare le responsabilità dell’Ama e dell’amministrazione capitolina alla luce della fattispecie di interruzione di pubblico servizio”.

“Sempre in ritardo e costantemente in emergenza. Potrebbe essere la sintesi della gestione Raggi su Roma che quest’oggi è scivolata anche sulla ‘cacca degli storni’ . La leggera pioggia caduta sulla Capitale in prima mattinata e proseguita nel pomeriggio ha dilavato le foglie dei platani del Lungotevere, facendo cadere acqua mista a guano che ha reso scivoloso l’asfalto. Le condizioni del manto stradale reso particolarmente viscido hanno quindi costretto i vigili urbani a chiudere il tratto del Lungotevere all’altezza di ponte Garibaldi. Quanto accaduto era largamente prevedibile da un paio di settimane, ciò nonostante l’amministrazione capitolina si è fatta trovare nuovamente impreparata. Nessun accorgimento preventivo e nessun intervento di allontanamento degli storni che a migliaia, da più di una settimana, si stanno riversando su Roma dove trovano temperature più calde. Per evitare incidenti si è dovuti quindi predisporre la chiusura temporanea della strada con i prevedibili disagi per gli automobilisti e i cittadini. L’amministrazione M5S che si lancia in annunci sorprendenti sulla fase 2 della sindaca Raggi e sugli impegni di bilancio per i prossimi mesi è poi scivola anche sugli interventi ordinari che si effettuano annualmente da oltre 20 anni”. Così in una nota la consigliera del Pd capitolino Ilaria Piccolo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna