In 3000 al Pride di Rieti, ‘un grido di liberta”

La manifestazione ha già fatto tappa a Frosinone, Latina e Ostia.

In 3000 hanno partecipato ieri a Rieti al Lazio Pride che ha gia’ fatto tappa a Frosinone, Latina e Ostia.

“Oggi abbiamo dato una risposta a chi nega diritti alle persone LGBT, a chi fa azioni di bullismo, e chi non riconosce la realta’ LGBT (lesbiche, gay, bisex e trans) in provincia.

Con il Pride di oggi abbiamo lanciato un grido di liberta’, contro certa politica che ci vuole muti e ci ostacola, non ci fermeremo ad oggi, sicuri che il percorso del Lazio Pride continuera’ nel 2022 con lo stesso intento di aiutare gli ultimi. Il Lazio pride e’ nato dall’ esigenza di mettere al centro del percorso associativo le esigenze della provincia. Siamo partiti da Latina, per poi spostarci ad Ostia e Frosinone, e oggi siamo a Rieti, tutti territori difficili, a dimostrare che l’Orgoglio Sabino e’ anche Orgoglio LGBT, continueremo in altre province, la marcia per i diritti non si ferma”, spiegano gli organizzatori. “Un ringraziamento speciale ad Arci Rieti e Arcigay Rieti che hanno reso possibile l’evento e aperta una breccia di liberta’ nel cuore di Rieti”, concludono.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna