Iss: Lazio a rischio alto insieme a Liguria e Veneto

Nel lazio 1.428 nuovi casi: Rt in aumento

Tre Regioni (Lazio, Liguria e Veneto) sono classificate a rischio Alto. Tredici Regioni/PA sono classificate a rischio Moderato, di cui 2 (Marche e PA Trento) hanno una probabilita’ elevata di progredire a rischio alto nel prossimo mese nel caso si mantenga invariata l’attuale trasmissibilita’. Cinque Regioni sono classificate a rischio Basso. Lo evidenzia la bozza del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

Aumentano i decessi per Covid nel Lazio anche se diminuiscono i casi. Il rapporto tra tamponi effettuati e contagiati e’ al 9% e si prevede un RT di poco superiore ad uno. Oggi su quasi 16 mila tamponi (+78) si registrano 1.428 casi positivi (-169), 74 i decessi (+17) e +2.825 i guariti. Il dato odierno e’ superiore di 198 casi a quello di venerdi’ scorso. In diminuzione il tasso di occupazione dei posti letto in area medica e delle terapie intensive. “Questo quadro dimostra quello che diciamo da tempo di mantenere il massimo rigore”, dice l’assessore alla sanita’ Alessio D’Amato.

Ed infatti il presidente Nicola Zingaretti oggi ha sottolineato che in assenza di misure da parte del governo per le festivita’ il Lazio varera’ una stretta. “Credo sia corretto prendere dei provvedimenti per mettere in sicurezza il Natale. Sono convinto e mi auguro che oggi ci sia il provvedimento. Se non ci sara’ il Lazio nelle prossime ore prendera’ un provvedimento regionale che riguardera’ tutto il periodo delle Feste natalizie”, ha detto Zingaretti sottolineando che “la zona gialla sotto le feste non basta piu'”.

Intanto il Consiglio di Stato ha dato ragione alla Regione Lazio sull’uso dei medici di base per assistere chi si trova in quarantena domiciliare: e’ stato infatti accolto l’appelllo contro la sentenza del Tar che aveva ritenuto sussistente il divieto per i medici di medicina generale di fare questo tipo di visite.

Nelle province del Lazio si registrano 374 casi e sono otto i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di latina sono 138 i nuovi casi e un decesso di un 87enne con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 100 nuovi casi e due decessi. Nella Asl di Viterbo si registrano 92 nuovi casi di cui venti con link a un convento di suore a Tuscania dove e’ in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl di Rieti si registrano 44 casi e due decessi. Sul fronte vaccino anti Covid l’Unita’ di crisi informa che sono gia’ disponibili su tutto il territorio congelatori per conservare circa 1 mln di dosi. Nella prima fase, dal vax day in poi saranno vaccinati gli operatori sanitari vaccinatori. Per ora, informa l’unita’ di crisi, c’e’ stata un’adesione molto alta da parte degli operatori sanitari.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna