Ladri del coprifuoco: dal Pigneto al Tiburtino, più scippi e rapine 

Le donne principali vittime delle aggressioni nelle strade della movida ormai deserte

I controlli della polizia di Stato

Scippi e rapine consumate in alcune strade della movida capitolina, svuotate la sera con i locali chiusi durante il coprifuoco. Una lista di segnalazioni condivise sui gruppi social degli abitanti e che si allunga di giorno in giorno di episodi e descrizioni dettagliate dei presunti responsabili. Tra gli ultimi casi una rapina subita da una ragazza di 26 anni, aggredita venerdì notte nel quartiere Pigneto da due uomini che sono fuggiti con il suo cellulare. Sulla vicenda, denunciata alla polizia, sono ora in corso indagini. Paura nel quartiere, abitualmente zona di movida ma dove ora in tempi Covid la sera i locali sono chiusi e le strade si svuotano per il coprifuoco.

Su diversi gruppi social di cittadini che vivono al Pigneto e in altre zone dello stesso quadrante della città, come il quartiere universitario di piazza Bologna e al Tiburtino, vengono segnalati altri fatti simili e fornite descrizioni dettagliate dei presunti responsabili. In qualche caso viene descritta una coppia di aggressori in altri si parla di un unico ragazzo tra i 20 e i 30 anni.

“Un tipo in bicicletta mi ha letteralmente tolto di mano il telefono – scrive una ragazza del Pigneto -. Ho urlato e l’ho rincorso per qualche metro ma ovviamente lui aveva il vantaggio della bici ed è scappato”. Mentre un cittadino racconta:”Mia moglie è stata scippata intorno alle 5:30 da un uomo in bicicletta”. Vittime di scippi e rapine sono principalmente le donne. Nelle chat si invita a prestare la «massima attenzione».

I cittadini hanno anche lanciato una petizione “Pigneto in sicurezza” in cui chiedono “un potenziamento della vigilanza per la messa in sicurezza del quartiere”. Solo pochi giorni fa una maestra era stata aggredita e rapinata da un uomo armato di un coccio di bottiglia nella zona Monti Tiburtini. Il rapinatore si era poi impossessato della borsa della vittima ed era scappato a piedi. Secondo gli investigatori il responsabile sarebbe un uomo di circa 20/30 anni. La vittima, caduta a terra, si è ferita a causa dei pezzi di vetro finiti sull’asfalto ed è stata portata in ospedale in codice giallo. Sulla vicenda sono in corso indagini della polizia. Una decina di giorni fa un’altra donna ha raccontato di essere stata derubata nel parcheggio di fronte a un parco giochi per bambini. Il presidente del Comitato di quartiere Beltramelli-Meda-Portonaccio, Fabrizio Montanini, ha invitato «tutte le concittadine a tenere gli occhi ben aperti, a non lasciare soldi e documenti nella borsa, a cambiare immediatamente marciapiede se dovessero incrociarlo».

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna