Landini, sciogliere associazioni fasciste

"Questione green pass non c'entra nulla con assalto alla Cgil"

“Noi con Cisl e Uil stiamo chiedendo che il governo applichi le leggi del nostro paese: le associazioni che si richiamano al fascismo e fanno violenza devono essere sciolte. La nostra Costituzione vieta la ricostituzione del partito fascista e l’apologia del fascismo. Questa è la cosa che deve essere fatta, perchè lo prevede la Costituzione”. Lo ha detto oggi il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, a Dimartedì su La7. “Sabato è successo un atto squadrista fascista – ha detto ancora Landini -. Questo non è stato un assalto a un sindacato, ma a tutto il mondo del lavoro. Cent’anni fa il fascismo iniziò sfasciando le Camere del Lavoro. Allo stesso tempo credo che sia stata una ferita alla democrazia, un’offesa alla Costituzione nata dalla Resistenza. C’è bisogno di reagire. Per questo abbiamo proclamato con Cisl e Uil una grande manifestazione a Roma per sabato 16. La democrazia si difende con la partecipazione delle persone”.

“Quello che è avvenuto non c’entra niente col diritto a manifestare – ha concluso Landini -. Stanno strumentalizzando un problema che esiste di dissenso e difficoltà sociale. Non c’entra nulla la questione del green pass con l’assalto alla Cgil, ed è necessario che la società abbia chiara questa situazione. Abbiamo ricevuto la solidarietà di tutte le forze politiche per quello che è avvenuto, e credo che ora ci voglia una conseguenza”. Durante la trasmissione Landini ha anche risposto ad una domanda sulla manifestazione di Sabato prossimo e sui suoi contenuti. “La manifestazione si rivolge al Paese e al governo. Cgil, Cisl, Uil e il movimento dei lavoratori che scende in piazza chiedono che gli investimenti creino un lavoro stabile non precario, che si faccia il decreto contro sulle morti sul lavoro che si colpiscano le imprese, chiediamo la riforma del fisco, delle pensioni, degli ammortizzatore sociali. E’ il momento di dare le risposte ai bisogni e ai problemi che le persone hanno”

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna