Latina: costretta a prostituirsi per rivedere il figlio, un arresto

Si tratta di una donna 60enne di Terracina per sfruttamento della prostituzione aggravato dall'utilizzo dell'inganno e dello stato di provocata minorazione psichica della vittima

I carabinieri della stazione di Sabaudia hanno arrestato una donna 60enne di Terracina per sfruttamento della prostituzione aggravato dall’utilizzo dell’inganno e dello stato di provocata minorazione psichica della vittima. L’arrestata avrebbe costretto una donna di Sabaudia a prostituirsi in cambio della promessa di una mediazione nella controversia legale che vedeva il figlio della vittima in attesa d’affidamento.

In cambio della promessa di una positiva risoluzione dello stesso, la sabaudiana doveva ogni giorno vendere il suo corpo e consegnare il ricavato all’arrestata: questa veniva costantemente controllata dalla falsa benefattrice, ponendola di fatto in uno stato di assoluta soggezione e dipendenza. Qualora i guadagni non fossero stati consegnati, la vittima subiva abusi e minacce.

E’ proprio in seguito all’esplosione di un petardo nella cassetta della vittima nel gennaio 2021 che l’indagine e’ stata avviata. L’indagata rimarra’ agli arresti domiciliari nella sua abitazione in attesa di processo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna