Lazio, Rt scende per due settimane consecutive: numeri da arancione

Regione: se arancione scuole aperte, solo superiori in dad

Studenti romani

Con un valore Rt previsto intorno a 1 il Lazio, dopo due settimane di ‘rosso’, spera di passare in zona arancione. Anche se durerà poco, meno di una settimana prima di tornare nel rosso pasquale. E sarà anche un mezzo arancione: le scuole, almeno le superiori, resteranno chiuse.

La decisione definitiva sul cambio di zona arriverà domani, con il monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità, ma i dati disponibili finora sembrano tutti prefigurare il salto. Partiamo dall’Rt. Dopo l’allarmante 1,31 comunicato due settimane fa, la scorsa settimana in regione il dato era sceso a 1,09. Negli ultimi sette giorni è ulteriormente calato, stabilizzandosi attorno all’1, molto lontano dal temibile 1,25 che segna il passaggio in zona rossa.

Cosa cambierà?

Il cambiamento più atteso riguarderà la scuola. “Qualora i dati epidemiologici facciano tornare il Lazio in zona arancione da lunedi’ 29 marzo gli asili nido, le materne, le scuole elementari e le medie riapriranno con le attivita’ in presenza. Per quanto riguarda le superiori, queste rimarranno chiuse continuando ad assicurare la didattica a distanza. La decisione riguarda le giornate antecedenti le vacanze di Pasqua, cioe’ il 29, 30 e 31 marzo e sara’ formalizzata nelle prossime ore con un’ordinanza regionale a firma del Presidente della Regione Lazio”. Lo rende noto Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio .

“La scelta e’ stata elaborata anche a seguito di un incontro avvenuto questa mattina con tutte le organizzazioni sindacali del comparto scuola che hanno concordato con l’opportunita’ di continuare con la Dad al 100% fino a Pasqua per gli istituti superiori -spiega Di Berardino- Con queste soluzioni crediamo di rispondere in modo adeguato alle esigenze delle famiglie e soprattutto di favorire gli studenti piu’ piccoli, evidentemente piu’ in difficolta’ nell’apprendimento tramite computer. Fermo restando l’intenzione di tenere aperte le scuole il piu’ possibile, nostra priorita’ da sempre, la chiusura degli istituti di secondo grado per le giornate antecedenti la Pasqua sono da attribuire anche a motivazioni di tipo organizzativo”.

Riaprono, poi, i negozi, estetisti, parrucchieri, mentre bar, pub, ristoranti proseguono solo con il servizio da asporto e consegna a domicilio.

Intanto va avanti la campagna vaccinale. Oggi si va verso la soglia delle 900 mila somministrzioni, con una media di circa 25mila al giorno. Nella fascia degli over 80 sono 115 mila le persone che hanno completato il ciclo vaccinale, ovvero hanno ricevuto anche la seconda dose. Venerdi’ notte il Lazio aprira’ le prenotazioni per il vaccino per la fascia di eta’ 69-68 anni. A partire da domani, inoltre, si potranno fare i vaccini anche in una fascia oraria notturna: il primo hub a partire sara’ quello del lunga sosta a Fiumicino che attivera’ anche il turno serale fino alle ore 24. Presto anche altri hub saranno attivi. La rete delle farmacie, sottolinea D’Amato, . Per le prenotazioni e’ attivo il servizio di prenotazione tramite app salutelazio.

 

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna