14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Le luci impazzite del cantiere di San Giovanni: pare un albero di Natale

Il cantiere della discordia a Largo Brindisi, di notte, si trasforma in un grottesco gioco di luci

Non c’è pace per il cantiere a Largo Brindisi, in zona San Giovanni. Il crocevia della nuova viabilità studiata per Via La Spezia e per Via Taranto ha già suscitato la disapprovazione di molti residenti, contrari a un intervento che – a loro avviso – causerebbe code, traffico e intasamenti in diverse ore della giornata. Tra le modifiche più rilevanti, la creazione di ciclabili e il senso unico di Via Taranto da Largo Brindisi a Via Monza e il senso unico su Via La Spezia da Via Monza a Largo Brindisi. Proprio a Largo Brindisi – secondo il progetto, sede di un hub ciclabile in corrispondenza dell’uscita della stazione della Metro C San Giovanni – durante le ore serali va di scena un gioco di luci un po’ sinistro, sicuramente sorprendente, che ruba la scena ai lavori in corso.

Se, infatti, capitaste in quelle zone all’imbrunire o entro le 22,00 – mala tempora currunt, in attesa dell’eliminazione del coprifuoco – e doveste vedere luci che fanno un effetto ‘albero di Natale’ non temete: non siete vittima di un’allucinazione, né una macchina del tempo ci ha trasportato in pieno clima natalizio (tra l’altro,facendo gli scongiuri, quello del 2021 potrebbe essere un Natale covid free, quindi non sarebbe neanche una prospettiva sgradevole).

Come è possibile osservare da questo breve video girato da Radiocolonna, l’illuminazione del piazzale, per evidenti problemi tecnici, dà i numeri:

Luminarie involontarie, quasi psichedeliche, che fanno poca luce ma rubano l’attenzione di automobilisti, il che non è poco, in tempi di cinema chiusi e di divertimenti inesistenti. Si dirà: rispetto al tema della viabilità è un’inezia, ed è vero. Ma forse il detto secondo il quale anche l’occhio vuole la sua parte, nel caso del cantiere di Largo Brindisi è stato inteso in modo molto soggettivo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014