Legambiente a Roma, maglia nera a Eur e Tiburtina

Campagna 'Treno Verde' con Gruppo Ferrovie, monitorati 8 punti

È Viale Europa, la via dello shopping del quartiere dell’Eur la bestia nera dello smog a Roma. Pericolosamente inquinate anche la circonvallazione Ostiense, viale Marconi e via di Portonaccio all’ angolo con via Tiburtina. Questa la fotografia scattata dal Treno Verde, la campagna di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane che, in questi giorni ha fatto tappa a Roma nel corso della sua 31 esima edizione. I dati del monitoraggio della qualità dell’aria di otto punti della città, segnalati dai cittadini, sono stati presentati questa mattina a bordo del treno.

A essere stati sorvegliati speciali per un monitoraggio di un’ora sono stati, anche Viale Libia, Viale Regina Elena, piazza Fiume e largo Fochetti. A preoccupare non sono I valori medi di polveri sottili registrati a Roma e che si attestano tra 5,8 e 21,1 microgrammi/mc ma i picchi riscontrati nel corso dell’ora controllata.

Nei quattro punti più inquinati I valori riscontrati sono stati di molto superiori: in viale Europa si è raggiunto il valore di 180 per qualche minuto a cui sono seguiti diversi picchi oltre I 100, in Circonvallazione ostiense si è giunti a 165,9, in viale Marconi a 163 e in via di Portonaccio a 156,1. Nella regione Lazio la maglia nera per superamento del livello massimo di Pm10 spetta a Frosinone, seguito da Ceccano, Ferentino, Cassino e Colleferro. “L’inquinamento atmosferico continua a essere un’emergenza costante nel nostro Paese – ha spiegato Andrea Minutolo, coordinatore dell’ufficio scientifico nazionale di Legambiente – causando ogni anno oltre 60mila morti premature e costi sanitari esorbitanti per le casse dello Stato”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna