Liceo Virgilio di Roma occupato dopo il crollo del tetto

Gli studenti sono entrati nell'istituto di via Giulia nel pomeriggio di domenica. Una forma consueta di protesta, decisa questa volta dopo il crollo di parte del tetto

Crollo al Virgilio
Crollo al Virgilio

Niente lezioni oggi nella sede centrale del liceo Virgilio di Roma, occupato ieri dopo il crollo del 7 ottobre di una parte di tetto. La prima giornata di occupazione parte con i “corsi di oggi”, come informano gli studenti del collettivo autorganizzato su Fb.

“Oggi in più di 400 abbiamo occupato la nostra scuola. Questa mobilitazione, sostenuta dalla maggior parte degli studenti e delle studentesse del Virgilio, parte dalla necessità di prendere parola collettivamente rispetto al crollo di una porzione di tetto avvenuto il 7 ottobre nel nostro istituto e dal bisogno di costruire una protesta ampia sul tema dell’edilizia scolastica e non solo
– si legge in un post sulla pagina Facebook del Collettivo Virgilio – crediamo sia fondamentale mobilitarsi insieme alle molte scuole della Capitale che condividono i nostri stessi problemi e con tutte le altri componenti della nostra scuola, in primis con la nuova dirigente che si è mostrata aperta nei nostri confronti nelle scorse settimane. Stiamo organizzando incontri, assemblee, dibattiti per provare a comprendere il mondo che ci circonda e capire come cambiarlo”.

A causa dell’occupazione le attività didattiche sono sospese nella sede centrale, come ha informato ieri la preside sul sito web dell’istituto, mentre gli studenti della succursale svolgono lezione regolarmente.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna