LITTLE ROMA – Curiosità e piccole storie della settimana – VIDEO

Il tentativo di rimuovere i nomi delle strade ispirati al colonialismo, anche l’allenatore della palestra di Giorgia Meloni diventa una celebrità, parte la riqualificazione della sponda sinistra del Tevere, per i dehors irregolari dei ristoranti è sempre linea soft

Il Tevere in secca e i suoi detriti
Il Tevere in secca e i suoi detriti

La tentazione di riscrivere la storia con i nomi delle strade a Roma come altrove non è una novità. Rispunta ora una mozione Pd e maggioranza che chiede di modificare le targhe delle strade ispirate al colonialismo riportando sulle stesse una spiegazione che faccia riferimento agli episodi storici.

Tutto il mondo di riferimento di Giorgia Meloni è sotto i riflettori: i giornali sono pieni di foto e articoli anche sul suo trainer che pazientemente spiega con quanta frequenza va in palestra, quanto si allena in gruppo e quanto in solitaria.
Interventi importanti in vista per la riva sinistra del Tevere, quella che ne ha più bisogno. Stanziamento di 10 milioni di euro dal Pnrr per valorizzare la riva che va dal ponte dell’industria all’isola Tiberina, con percorsi tra archeologia, storia e natura.
Resta molto difficile il contrasto degli abusi di strutture e dehors esterni di locali e ristoranti, gli ultimi dati dell’assessorato al commercio dicono che su un totale di 448 controlli in 308 casi si sono registrate irregolarità.
© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna