Mafia Capitale, alcuni imputati fondano un comitato: non siamo mafiosi

Nasce il Comitato Antimafia Capitale, l’iniziativa di un gruppo di imputati legati in passato alle coop di Buzzi

Un comitato per ribadire la propria estraneità all’associazione mafiosa stabilita dalla Corte d’Appello di Roma sul processo di Mafia Capitale. È questa l’iniziativa intrapresa da alcuni imputati nel processo che stabilirà – dopo il terzo grado di giudizio – la presenza o meno di una mafia autoctona attiva tra politica, cooperative, colletti bianchi e criminalità a Roma. Fanno parte del comitato Claudio Bolla, Claudio Cardarelli, Carlo Guarany e altri imputati – in passato legati alle coop di Salvatore Buzzi – ritenuti colpevoli dalla Corte d’Appello di associazione a delinquere di stampo mafioso prevista dall’articolo 416 bis del codice penale.

L’11 settembre 2018, la terza sezione della Corte d’Appello di Roma ha ribaltato la decisione del primo grado – che stabiliva la presenza di due associazioni a delinquere distinte ma non mafiose – riconoscendo invece l’associazione a delinquere mafiosa. L’indagine ‘Mondo di Mezzo’ è una storia di mafia o di corruzione? In attesa della decisione della Cassasione, alcuni imputati si sono organizzati per far conoscere all’opinione pubblica la loro verità e le proprie tesi difensive. E lo hanno fatto con modalità diverse, in parte supportati dal Partito Radicale e da Nessuno Tocchi Caino, realtà storicamente garantiste e attente a dar voce a imputati e condannati. Bolla e Guarany, per esempio, sono intervenuti al congresso del partito di Marco Pannella e Rita Bernardini che si è svolto a fine febbraio a Roma.

Caldarelli, difeso dal presidente della Camera Penale di Roma Cesare Placanica, ha scritto un libro sulla vicenda processuale che lo riguarda e che è stato presentato assieme al proprio legale, al giornalista del Corriere della Sera Giovanni Bianconi e a Sergio D’Elia, il fondatore di Nessuno Tocchi Caino. Il Comitato Antimafia Capitale si riunirà in occasione del convegno “Corruzione=Mafia? – Riflessioni sulla sentenza Mafia Capitale e la Spazza Corrotti” previsto per il 28 marzo, alle ore 10,00, presso la sede del Partito Radicale a Via di Torre Argentina.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna