Maltempo a Roma, chiusi parchi e cimiteri

Rischio per la caduta di alberi. Solo ieri più di 100 interventi dei Vigili del Fuoco in tutta la città.

L'intervento dei Vigili del fuoco per rimuovere un albero caduto su un'auto.

Dopo la pre-allerta comunicata ieri dalla Protezione civile regionale, anche Roma Capitale corre ai ripari. Nella tarda serata di ieri la sindaca di Roma Viriginia Raggi ha firmato un’ordinanza che per l’intera giornata di oggi – dalle 7 di questa mattina a mezzanotte – parchi, giardini, ville storiche e cimiteri della città. Il maltempo, ma soprattutto il vento, si sono abbattuti fin dalla notte su Roma.

“Al fine di garantire – si legge tra le premesse del provvedimento – la pubblica incolumita’ e prevenire situazioni di pericolo causate dalla caduta dei rami, piante e alberi”. A destare preoccupazione in particolare il forte vento. Criticita’ arancione (Moderata) anche per il rischio idraulico nella zona dell’Aniene) e in quella dei bacini costieri Sud.

Dalla mezzanotte di ieri e’ attivo il Centro operativo comunale della Protezione civile presso la sede di Porta Metronia.  Allo stesso modo le Unita’ di crisi locale presso i Municipi III, IV, V, VI, VII, X, XI, XII. Per qualsiasi chiarimento e’ possibile contattare la Protezione civile comunale al numero verde 800 854 854 o al numero 06 67109200.

Solo ieri, sono stati circa 100 gli interventi effettuati dalle squadre del comando provinciale dei vigili del fuoco di Roma a causa del maltempo. Oltre agli interventi ordinari, molti hanno riguardato verifiche di alberi o rimozioni di rami pericolanti, controlli di insegne, pali, verifiche di cornicioni ed infiltrazioni d’acqua. Al momento, le zone del territorio cittadino maggiormente interessate dal maltempo sono state il litorale, la zona dei castelli romani ed ampia parte della città.

Problemi anche nel sud pontino. Qui è stata chiusa la statale Appia per allagamenti all’altezza di Terracina.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna