Maltempo: p.civile, in arrivo pioggia e venti di burrasca

Venerdì arriva il Burian, e forse anche la neve a Roma

Neve a Roma

Un’ampia area depressionaria, che interessa gran parte del continente europeo, sta investendo l’Italia con un flusso occidentale moderatamente instabile. Lo annuncia il Dipartimento della protezione civile spiegando che dalla prossima notte “una nuova fase di maltempo interessera’ dapprima il nord e poi il centro, risultando maggiormente attiva sui settori tirrenici centro-meridionali, accompagnata da ventilazione sud-occidentale sostenuta, in special modo su zone costiere e aree appenniniche”.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento – d’intesa con le regioni coinvolte – ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteo avverse che prevede dalle prime ore di domani, mercoledi’ 10 febbraio, “precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio e temporale, su Liguria, Emilia-Romagna e Toscana, dalla mattina sul Lazio, specie settori orientali e meridionali, Campania e settori occidentali di Abruzzo e Molise, in estensione, dal pomeriggio, ai settori tirrenici di Basilicata e Calabria centro-settentrionale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forti intensita’, frequente attivita’ elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate”. Attesi, inoltre, sempre dalle prime ore di domani, “venti da forti a burrasca sud-occidentali su Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Campania, con raffiche fino a burrasca forte su settori costieri esposti e fino a tempesta sui settori appenninici”.

Mentre, dalla tarda mattinata, si prevedono “venti da forti a burrasca sud-occidentali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con raffiche fino a burrasca forte sui settori costieri esposti e settori appenninici”. Attese anche “forti mareggiate lungo le coste esposte”.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto e’ stata valutata per la giornata di domani allerta arancione su parte dell’Emilia-Romagna, del Lazio, di Campania e Basilicata.

Allerta gialla su parte del Friuli Venezia Giulia, del Veneto, dell’Emilia-Romagna, della Liguria, della Toscana, sul territorio dell’Umbria, sui restanti settori del Lazio, Campania e Basilicata, su parte di Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Sardegna.

Dalle lontane steppe russo-siberiane il gelido vento di Burian, dopo aver percorso migliaia di chilometri, farà irruzione sul Paese causando un rapido crollo delle temperature che potranno perdere anche 10-15 gradi in poche ore. Nel weekend di San Valentino, sabato, l’irruzione del Burian darà vita a un vortice ciclonico che piloterà una perturbazione che provocherà nevicate fin su coste e pianure di Toscana, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Campania (fiocchi possibili ad esempio a Grosseto, Siena, Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Caserta, Napoli, Salerno). Al nord avremo un clima glaciale con temperature massime a zero gradi anche di giorno.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna