23 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Manuel ha una lesione al midollo, non camminerá più

La diagnosi sul giovane colpito per uno scambio di persona. Salvini: "Prenderemo delinquenti"

“C’è una lesione midollare completa. Questo purtroppo vuol dire che al momento consideriamo che non possa esserci una ripresa funzionale del movimento delle gambe”. Lo ha detto il professore Alberto Delitala, direttore del Dipartimento di Neuroscienze del San Camillo di Roma, in merito alle condizioni del nuotatore Manuel Bortuzzo.

“La possibilità di riacquisto del movimento delle gambe con le conoscenze mediche attuali non è possibile” ha aggiunto.

“Nonostante la decompressione del midollo, eseguita con i mezzi più avanzati, il midollo spinale non conduce. Abbiamo fatto una valutazione con i potenziali evocati, ossia uno studio bioelettrico della conducibilità midollare e c’è una lesione midollare completa” ha spiegato il professor Delitala.

“Questo purtroppo vuol dire che, con le attuali conoscenze della scienza neurologica, al momento consideriamo che non possa esserci una ripresa funzionale del movimento delle gambe. Appena i colleghi lo riterranno fuori pericolo e lo avvieranno a uno svezzamento dal respiratore imposteremo un trasferimento in un centro di riabilitazione per consentire al paziente di riprendere una vita anche in presenza di una lesione midollare”. Manuel presenterebbe una “completa immobilità degli arti inferiori”. La famiglia del ragazzo, riferiscono i medici, è già al corrente “Il padre è stato informato fin dal primo momento del forte rischio che il midollo potesse essere danneggiato” ha aggiunto Delitala.

Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, dichiara in una nota di essere “vicino a Manuel e alla sua famiglia. Stiamo facendo tutto il possibile perché i delinquenti che hanno sparato siano presi e messi in galera”.

E’ stata ascoltata più volte dagli investigatori Martina, la fidanzata di Manuel Bortuzzo. Attraverso il suo racconto gli investigatori della squadra mobile stanno cercando di acquisire dettagli utili per risalire ai due uomini a bordo dello scooter da cui sono stati esplosi i colpi di pistola.

Al momento lo scambio di persona rimane l’ipotesi più accreditata. Non sarebbero infatti emerse liti o attriti avuti recentemente dal ragazzo.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014