Metro Cornelia, flop delle navette sostitutive bloccate nel traffico

Gli utenti: le navette che suppliscono alla chiusura di Cornelia e Baldo degli Ubaldi bloccano una viabilità già solitamente problematica

Largo Boccea, Via Baldo degli Ubaldi, Via Angelo Emo. Sono tre punti di Roma in cui il traffico veicolare è molto sostenuto. Tre zone che collegano l’Aurelia e le direttrici ad ovest della Capitale al centro cittadino. Qui, da qualche giorno, non passano solo le linee storiche del traporto pubblico ma anche le navette MA13. Che cosa sono? Il rimedio alla chiusura simultanea della stazione della Metro A Baldo degli Ubaldi e Cornelia. La prima, chiusa da metà ottobre e la seconda da fine dicembre. Entrambe out per tre mesi.

Si è immaginato che il modo più logico per sopperire al disagio fosse un sistema di venti navette che facessero no-stop la tratta Cipro-Cornelia. Ma i nodi sono venuti al pettine stamattina, con la riapertura di scuole, uffici e attività commerciali. Come segnalano alcuni utenti, le navette stanno congestionando ancora di più una viabilità già messa a dura prova dal traffico ordinario.

Traffico che adesso dovrà vedersela con una ventina di ulteriori bus che amplificheranno ancor di più l’effetto tappo.

E se Mercurio Viaggiatore la definisce una “follia grillina”, c’è davvero da chiedersi se si sarebbe potuta prendere una decisione differente e se, alla luce dei disagi sopraggiunti con la ripresa delle attività cittadine, non si decida qualche diversivo o qualche soluzione-lampo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna