Mistero nell’azienda agricola di Montino e Cirinnà: trovati 24mila euro nella cuccia del cane

I coniugi hanno consegnato i soldi ai carabinieri, disconoscendone la proprietà. "Siamo felici che quel denaro, molto probabilmente frutto di qualche reato compiuto da malviventi, sarà nella disponibilità del Fondo unico per la giustizia e che verrà utilizzato per fini di pubblica utilità", hanno dichiarato

photo credit: monica cirinnà

Si indaga a Capalbio, in provincia di Grosseto, sulla provenienza dei 24mila euro rinvenuti nella casa di proprietà del sindaco di Fiumicino Esterino Montino e della moglie, la senatrice Monica Cirinnà.

La villa dei coniugi è stata interessata da lavori di ristrutturazione durante i quali, gli operai, abbattendo la cuccia per cani in muratura, hanno trovato un fagotto con circa 24mila euro. Soldi che gli stessi esponenti del Pd hanno consegnato ai carabinieri disconoscendone la proprietà.

“In merito all’importante cifra di denaro rinvenuta casualmente nella nostra azienda e che abbiamo prontamente consegnato ai carabinieri siamo felici che quel denaro, molto probabilmente frutto di qualche reato compiuto da malviventi, sarà nella disponibilità del Fondo unico per la giustizia e che verrà utilizzato per fini di pubblica utilità”. Lo dichiarano la senatrice Monica Cirinnà e il marito Esterino Montino, sindaco di Fiumicino, titolari dell’azienda agricola CapalBioFattoria.

“È questo il comportamento corretto che ogni cittadino onesto deve tenere e siamo orgogliosi di quanto fatto. Siamo in contatto con la procura di Grosseto e con il comando provinciale dei carabinieri – spiegano – per avere notizie sull’evoluzione delle indagini al fine anche di assicurare serenità e sicurezza alla nostra azienda. Abbiamo inoltre dato mandato al nostro avvocato di perseguire chiunque tenti di adombrare la correttezza e limpidezza del nostro operato”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna