Morte Lo Coco: aperta indagine per istigazione al suicidio

Al momento nessun elemento sospetto, gli inquirenti parlano di "atto dovuto". Il noto ematologo domenica si sarebbe lanciato dal ponte della Musica

immagine da www.siematologia.it

La Procura di Roma indaga per istigazione al suicidio in relazione alla morte dell’ematologo Francesco Lo Coco, che domenica si è tolto la vita lanciandosi da un ponte sul Tevere.

Gli inquirenti parlano “di atto dovuto” per potere effettuare una serie di accertamenti ma al momento non sarebbero emersi elementi sospetti dietro la decisione dell’uomo di togliersi la vita. Il pm Margherita Pinto ha disposto un esame esterno della salma che ha confermato l’ipotesi suicidiaria.

Il docente di ematologia all’università di Tor Vergata domenica era a pranzo con alcune persone in un ristorante nella zona nord della Capitale. Ad un tratto, secondo i racconti dei familiari, si è alzato da tavola e si è diretto verso il ponte della Musica da dove, intorno alle 14:20, si è lanciato morendo poi sul colpo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna