Multiservizi: assistenti scolastici in piazza, protesta per contratto scaduto

"Basta sfruttamento e precarietà", dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere di Roma Capitale e candidato della Lega nel Collegio Lazio 1 Camera dei deputati alle elezioni politiche 2022

Gli assistenti scolastici della Multiservizi, con contratto di somministrazione scaduto, scendono oggi in piazza sotto la sede della società, per protestare contro il Campidoglio e le decisioni assunte in questi mesi “sulla pelle di centinaia di lavoratori, mandati a casa senza alcuna speranza per il futuro e nel silenzio totale dei sindacati. Siamo al loro fianco”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere di Roma Capitale e candidato della Lega nel Collegio Lazio 1 Camera dei deputati alle elezioni politiche 2022 , che interviene stamattina alle 10 alla manifestazione dei lavoratori in via Tiburtina 1072 a Roma.

“Basta sfruttamento e precarietà – aggiunge Santori -. Servono maggiori garanzie a tutela del lavoro e della qualità dei servizi erogati per proteggere i lavoratori e gli utenti stessi, che rischiano di trovarsi davanti all’ennesimo flop dei servizi scolastici a partire dal trasporto per disabili. Diciamo no a questa sinistra pantomima del risparmio inutile sulla pelle degli altri: tutelare le famiglie, i lavoratori e le imprese è al centro del programma della Lega. La società Roma Multiservizi, per il 51 per cento di Ama e dalla quale dipendono centinaia di lavoratori, durante l’era Gualtieri avrebbe prima assunto dei lavoratori a tempo indeterminato per poi mandare a casa oltre 300 addetti cui è scaduto il contratto dando incarico alle agenzie interinali di assumere personale nuovo nel rispetto della legge Di Maio. Così – conclude il consigliere della Lega – la società rinuncia a operatori già con esperienza, li abbandona ignorando oltretutto la già più volte denunciata carenza di personale. Questo è inaccettabile: potevano essere selezionati e assunti a tempo indeterminato, anche perché si tratta di lavoratori con famiglie a carico. Siamo fiduciosi che tale situazione sarà affrontata e risolta dai vertici della Multiservizi e di Ama”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna