‘Ndrangheta: una commissione d’inchiesta per i comuni di Anzio e Nettuno

È quanto valuta in queste ore la prefettura di Roma che, secondo quanto riporta La Repubblica, starebbe pensando di sciogliere il comune di Anzio, alla luce di quanto emerso dall'indagine condotte dalla Dda di Roma rispetto alle infiltrazioni mafiose nell'amministrazione locale

Maxi operazione contro la Ndrangheta a Roma

Una commissione d’indagine per le infiltrazioni malavitose nelle amministrazioni comunali di Anzio e Nettuno. È quanto valuta in queste ore la prefettura di Roma che, secondo quanto riporta La Repubblica, starebbe pensando di sciogliere il comune di Anzio, alla luce di quanto emerso dalle indagine condotte dalla Dda di Roma.

È una situazione non nuova per la prefettura, che già nell’ottobre 2020 – a due mesi dalla nomina di Piantedos -convocò un tavolo per l’ordine e la sicurezza pubblica con gli amministratori locali di Nettuno, Anzio, Pomezia ed Ardea. Nelle prossime ore, quindi, il prefetto deciderà sulla commissione d’inchiesta che avrà il compito – per tre mesi – di passare al setaccio tutta l’attività amministrativa dei due comuni.

Al tavolo per l’ordine e sicurezza pubblica convocato dalla prefettura di Roma nell’ottobre del 2020, oltre agli amministratori comunali di Pomezia, Nettuno, Anzio ed Ardea, partecipò anche il procuratore della Dda Michele Prestipino. L’argomento trattato, già allora, era proprio il rischio di infiltrazioni malavitose.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna