Nel centro di Roma a bordo di una Chrysler con permesso disabili intestato a una persona morta: multa da 500 euro

Dalla verifica della targa è inoltre emerso che la donna, una cittadina jugoslava, aveva commesso oltre 900 illeciti per violazione del codice della strada

Circolava con permesso disabili intestato a una persona deceduta a bordo di un veicolo privo di regolare immatricolazione. È successo a Roma dove, una cittadina di nazionalità jugoslava e residente nella Capitale, mentre era intenta a circolare in pieno centro storico a bordo di un veicolo con targa francese, è stata fermata da una pattuglia della polizia locale del Gpit (Gruppo pronto intervento traffico). La donna, secondo quanto si apprende, oltre a non aver immatricolato la propria auto con targa italiana, esponeva una fotocopia di un permesso disabili che è poi risultato revocato in quanto intestato a una persona deceduta. Dal controllo della targa dell’auto è emerso che gli illeciti commessi, per violazione del codice della strada, erano oltre 900. La donna è stata multata di 500 euro.

La donna, alla guida di una Chrysler Cruiser, è stata fermata in via di Ripetta nel corso dei controlli che gli agenti stanno portando avanti per contrastare gli illeciti messi in atto dai cosiddetti “furbetti” della Ztl , persone che, prive di regolare permesso, cercano di aggirare i varchi elettronici per il controllo degli accessi nella zona a traffico limitato.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna