Omicidio Formia: convalidato fermo 17enne, va ai domiciliari

Prevista per domani l'autopsia sul corpo della vittima

Il luogo dell'accoltellamento a Formia

Va agli arresti domiciliari il ragazzo di 17 anni accusato di aver ucciso a coltellate un coetaneo al culmine di una rissa tra giovani avvenuta a Formia la sera del 16 febbraio scorso. Lo ha deciso il Tribunale dei Minorenni di Roma convalidando l’arresto del giovane ma senza disporre per lui la custodia cautelare in carcere. La conferma arriva da fonti di polizia.

Il presunto aggressore era stato fermato per omicidio dagli agenti della Questura di Latina poche ore dopo il delitto. Faceva parte di un gruppo di ragazzi arrivati dall’Alto Casertano per trascorrere la serata nella cittadina laziale. La lite con un altro gruppo di giovani del posto sarebbe scoppiata per futili motivi. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la vittima avrebbe tentato di difendere un suo amico prima di essere accoltellato a morte.

Intanto è prevista per domani l’autopsia sul corpo del 17enne morto accoltellato la sera del 16 febbraio a Formia. Si apprende da fonti di polizia. Stando agli accertamenti medico-legali dei giorni scorsi, nelle prime fasi post delitto, il giovane sarebbe morto a causa della perdita di sangue dovuta alle coltellate che gli erano state inferte.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna