Omicidio Mollicone: la difesa di Mottola, Serena mai venuta in caserma

La moglie dell’ex comandante dei carabinieri, a differenza del marito, non rinuncia al suo esame da imputata: «Siamo innocenti, ma la televisione parla sempre di noi»

“Marco andava a scuola con Serena” ma la ragazza “non e’ mai venuta nella nuova caserma” dei carabinieri di Arce “e nemmeno in quella vecchia”. Lo ha ripetuto piu’ volte questa mattina in corte d’assise a Cassino, Anna Maria Mottola, moglie di Franco, ex comandante della stazione dei carabinieri di Arce, madre di Marco, tutti e tre imputati per l’omicidio di Serena Mollicone avvenuto ad Arce il primo giugno 2001.

La donna, come il figlio Marco, si e’ sottoposta all’esame degli imputati, mentre il marito ha deciso di non sottoporsi all’esame.

“Non so che tipo di rapporto avesse Marco con Serena” ha anche detto la donna. Secondo la pubblica accusa, la ragazza sarebbe stata uccisa nell’alloggio dei Mottola all’interno della caserma, durante una lite.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna